E’ in uscita fra pochi giorni Mint 13 kde, ho già dato una bella occhiata alla versione RC e sinceramente questa release mi ha deluso, vi spiego i motivi.

Sappiamo tutti che Mint kde è basata su Kubutnu, aggiungendo solo qualcosa e modificando qualcos’altro. In passato, pur essendo così vicina alla versione Canonical, Mint kde ha sempre saputo dare un senso alla sua esistenza attraverso scelte software, design differente e alle volte proponendo un ramo di kde più aggiornato.
Questa Mint 13 non solo è una copia 1:1 di Kubuntu, ma addirittura va a peggiorare alcuni aspetti senza migliorarne nessuno.

Troviamo lo stesso kernel, la stessa versione di kde (4.8.4), lo stesso tema grafico, insomma la stessa distro di base. Per quanto riguarda le comode aggiunte, come da tradizione Mint, avremo preinstallato openjdk 7, Firefox, vlc, codec proprietari (grazie al repo medibuntu già compreso). Per quanto riguarda l’estetica ci sono solamente un pugno di wallpaper aggiuntivi presi dal ramo Maya, e nulla più.
Una nota negativa è data dall’odiosissimo Flash che è si preinstallato ma tramite il pacchetto artigianale di Mint, che è ancora in versione 11.0! Dato che nei repo ufficiali c’è la versione 11.2 (ultima aggiornata e supportata) con tanto d’integrazione con kde, ci voleva tanto ad usare questo pacchetto? Mistero.
La parte peggiore di Mint 13 kde è senza dubbio il gruppo gestione dei programmi: software manager, gestore pacchetti Synaptic e gestore aggiornamenti. Anche se, ripeto per la millemillesima volta, Synaptic è il miglior gestore del software del mondo (di linux, windows, mac e quel che volete) è purtroppo fatto per gnome, scritto in gtk, e così anche gli altri due. Questo si traduce in una pessima integrazione estetica in kde e nell’aver installato parecchia zavorra di gnome.

Al di la di tutto questo, presa da sola è una distro più che valida, semplice, stabile, veloce, completa e adatta anche ai super principianti. E’ solo sapendo da dove deriva che perde di significato. A mio parere Mint 13 kde avrebbe dovuto mantenere la Suite Muon e il flash originale, aggiungere solamente medibuntu e codec e poi concentrarsi sull’integrazione grafica, su un nuovo tema da sostituire al solito Aria. In fondo facendo quattro clic in Kubuntu 12.04 si ottiene Mint 13 kde, ma con gestori del software in qt meglio integrati!
Ma dopotutto Clem, o chiunque altro, è libero di fare ciò che vuole con la propria distro, solo che esistendo Kubuntu non mi sento di consigliare questa Mint a meno che non si voglia poter dire “io uso Mint kde” anziché “io uso Kubuntu”, per questione di simpatia verso il brand alla menta.

“Chi va a Roma perde poltrona Abubu!”

Like this:

Be the first to like this.

Ultime Ricerche:

© 2014 UBUNTU . PROGAMMI . TRUCCHI . NOTIZIE Suffusion theme by Sayontan Sinha