May 122012
 

Forse non è quel gran gioco che credevo… si poteva fare meglio.

Ebbene si, il mio giudizio finale su Sniper Elite V2 non è del tutto positivo e come si evince dalla riga precedente, il gioco si rivela in parte una delusione.

Partiamo dalle note positive, balistica (anche se il vento influisce da poco a per nulla) e killcam sono spettacolari e di grande effetto proprio come era sembrato nella demo. Sono il fiore all’occhiello di questo titolo, sono (quasi) sempre splendide (quasi perché a volte si vedono bug a dir poco imbarazzanti). Parco armi estremamente limitato, ma questo più o meno già si sapeva, il fatto che tutte abbiano gli stessi suoni (a parte il karabiner 98k che ha il suono dello sparo un po’ più ovattato) non è di certo un punto a favore, ma fortunatamente il gioco non si compra per questo, quindi si riesce a soprassedere. C’è però un difetto anche peggiore, nel gioco ci sono 1/2 fucili semi-automatici (dipende se avete fatto il preordine o meno) che però hanno un rateo di fuoco identico o leggermente inferiore a quello degli altri bolt-action. Come è possibile?! Semi-automatico vuol dire che ogni volta che premo il grilletto l’arma spara, immediatamente senza nessuna attesa, quindi perché su sniper elite questo non si può fare?
Stranamente, nonostante noi si sia un cecchino professionista, estremamente di rado giocheremo da distanze notevoli o da posizioni sopraelevate per poter uccidere i nemici in tutta tranquillità. Troppo spesso ci si trova faccia a faccia con il nemico in uno scontro degno del più classico degli fps. Peggio ancora sono le missioni in cui noi si è a terra e dobbiamo stanare i cecchini pronti a farci la pelle; per carità è bellissimo, ma avrei apprezzato un po’ di più la possibilità di trovare un punto sopraelevato e nascosto per raggiungere questo obbiettivo che non farmi venire il torcicollo mentre guardo i tetti. Tanto belle quanto difficili invece (ovviamente alla difficoltà “sniper elite”), sono le missioni di infiltrazione nelle basi nemiche, queste sì dovrebbero essere l’anima del gioco e per fortuna le parti stealth ci sono. Pare però che gli ideatori del gameplay abbiano avuto momenti altalenanti, a volte gioco stealth, quasi mai momenti di sniping come un cecchino dovrebbe e spesso scontri faccia a faccia con schiere di nemici. Forse il loro amore per gli fps puri è penetrato un po’ troppo nel prodotto finito, decisamente rovinandolo. Il dover pianificare le missioni prima di eseguirle realmente è vero solo in parte, come dissi nella recensione della demo esiste un percorso corretto per completare la missione perfettamente e un paio di altri percorsi che ti fanno concludere alla bell’e meglio. Finita la missione la prima volta, la seconda si sa già cosa fare e si va via lisci, la rigiocabilità in questo senso è minima anche se poi si finisce con il rifare le missioni per il piacere provato nello sterminare da posizione sicura (quando c’è), peccato che il vento (comunque quasi ininfluente) sia fisso e i nemici idem, ragion per cui si sa già quanto compensare, il bello è che però si potranno ottenere molte più killcam sempre gradite. Gravissimo difetto è quello dello spawn dei nemici, se tu sei un cecchino e ti sei piazzato in cima a un tetto per ripulire l’area, che senso ha il dover scendere e correre fino a un certo punto preciso per sbloccare nuovi nemici che nascono in una zona che dal tetto su cui stavi vedevi benissimo? Farli spawnare tutti subito e farmi ripulire l’area era così problematico?

Le mappe si confermano tutte medio-piccole, tanto che vengono riutilizzate, all’interno di una stessa missione, per far spawnare nuovi nemici da eliminare, questo dopo che avete già perfettamente ripulito l’area! Il gioco non ha nessuna continuità, le missioni sono perfettamente isolate, hanno un inizio in un punto e una fine in un altro (a volte anche lo stesso d’inizio), nessuno sa come li siete arrivati, nessuno sa come ve ne siete andati. L’unico legame è la trama, ma non è esattamente un best seller, anche se effettivamente in un gioco del genere, dubito si potesse creare qualcosa di diverso. Le missioni sono praticamente tutte ammazza qualcuno iperdifeso/recupera dei documenti iperdifesi, dopodiché abbandona la zona per tornare a casa, certo sintetizzando così molte cose sembrano tutte uguali, ma forse qui potevano sbizzarrirsi un po’ di più nel creare qualche variante.
Il gioco si può finire probabilmente in 10 ore circa, giocato alle difficoltà più basse, decisamente non un premio nobel alla longevità.

Le ambientazioni cambiano spesso, a parte l’interno degli edifici che è un po’ troppo povero, gli esterni sono molto belli e spesso di grande impatto visivo, sniperare su questi scenari è violentemente piacevole tanto che vi verrà voglia di riaffrontare la missione solo per vederli una seconda volta. Le migliori in assoluto credo che siano la basilica (da cui fate saltare il ponte) e la chiesa (dove trovate il fucile tedesco), la seconda acquista punti bonus perché sniperare dal campanile di una chiesa è tanto classico quanto spettacolare! Peccato a quel punto la missione non sia più stealth, sarebbe stato molto bello far piovere confetti di piombo sui soldati nemici mentre questi cercano da capire chi sta facendo cosa, da dove.

I trofei mi sembrano tutti più o meno fattibili e sensati, a volte bisogna imprecare un po’, ma ho visto giochi peggiori. In un certo senso il platino sarebbe quasi una passeggiata, se non fosse che è obbligatorio prendere i trofei della co-op. Pare qualcuno non si sia reso conto che non tutti dispongono ancora di una connessione internet, molti hanno una connessione che fa troppo schifo anche solo per scaricare la posta e qualcuno potrebbe non avere amici per giocarci. Esistono persone adulte chiamate casual gamers che comprano il gioco per goderselo nel loro privato nei pochi ritagli di tempo disponibili, sicuramente non possono passare le giornate a cercare qualcuno (magari di 12 anni!) per un cavolo di trofeo. Forse non tutte queste persone sono interessate a quella minchiata chiamata trofei, ma anche loro hanno comprato il gioco e hanno diritto al loro bel platino. La peggior *nculata circa i trofei, per me, è questa, seguita a ruota dal fatto che il DLC non ne ha nessuno. Che cavolo, era così difficile mettere un banalissimo trofeo: “Pianta una palla in mezzo agli occhi al Führer”? Aggiungiamo poi che la versione console manca della modalità multyplayer, sono altri punti che il gioco perde. Mi è capitato di vedere una partita online (ovviamente su PC), devo dire che comunque è un gioco che non si presta molto al multigiocatore, il modo di muoversi del personaggio e lo stile del gioco cozzano con la frenesia dell’online, da un certo punto di vista sono contento di questa limitazione per le console, dall’altro però che cazz*, ho pagato anche io il gioco a prezzo pieno!

I controlli e la mobilità del personaggio non sono stati modificati rispetto alla demo, non mi piacquero allora e continuo a disprezzarli adesso. Quando fai uno scatto il personaggio non può girare di un passo, quando corri stessa cosa. Per voltare un angolo devi fermarti, mettere la freccia, attendere il passaggio del messia e poi… centrare lo stipite della porta a cui il pg si incolla e ti tocca fare la retromarcia.
A penalizzare ulteriormente il gameplay ci si mettono ripetuti scatti/rallentamenti dovuti probabilmente alla mole di sfide che il gioco deve calcolare per aggiornare le statistiche dell’utente, peccato perché la demo scorreva sempre fluida, forse installare qualche parte del gioco su hard disk potrebbe migliorare la situazione? Si spera presto in una patch. Anche i checkpoint hanno qualche punto da rivedere, a volte si fanno un po’ troppo attendere, mentre altre salvano nel momento più sbagliato per cui, per evitare controller che precipitano fuori dalla finestra (è un tipo di balistica a cui non vorrei assistere), è meglio ricaricare la missione. Oltretutto il savegame pesa intorno ai 4 MB (cos’avranno mai da memorizzare di così grande visto che il gioco non salva nulla di più che un paio di statistiche?!) e questo si sente molto durante i checkpoint che impiegano parecchio tempo per essere creati.

Anche gli esplosivi non sono cambiati rispetto alla demo e meno male! Se usati nel modo giusto permettono un devasto e una serie di esplosioni a catena che ripuliscono le aree in cui avete preparato l’imboscata. In particolare un tripletta di candelotti di TNT e dei nemici resterà solo il ricordo! Preparare a dovere le imboscate è un altro punto estremamente positivo di questo gioco, MasterPJ mi ha visto all’opera, lui sa che se devo fermare un convoglio non corro rischi, sparo un colpo e poi lascio che le mie trappole facciano il resto. Sono un cecchino e sono solo contro un esercito, non posso permettermi il lusso di sparare a volontà e rivelare la mia posizione!

Insomma, alla fine killcam, balistica, qualche ambientazione, le ombre realistiche e gli esplosivi sono i punti che ti fanno amare questo gioco, su tutto il resto tocca mettersi le mani davanti agli occhi e ripetersi fino a crederci: “io non ho visto niente”. Sniper Elite V2 lo ritengo un gioco che ha venduto principalmente per l’azzeccatissima demo che ha ammaliato un elevato numero di persone. Ha venduto per la pubblicità con cui ha imbrogliato gli amanti di questo genere in versione pura, se invece vi piace stealth game + fps classico + sniping allora avete fatto centro, ma essere cecchini non significa correrre tra i nemici con il tuo fido sniper e uccidere quasi in quick scope tutto quello che ti passa a tiro, qui mi sento più un marksman che deve difendere una squadra che non c’è. Ritengo comunque che gli appassionati possano ritenersi soddisfatti delle poche volte in cui il loro amore per lo stealth e il proverbiale: “Un colpo. Un morto.” può essere applicato.
Da nuovo il gioco (per PS3) costa 60 euro, una cifra un pochino esosa per quel poco che ha da offrire, visto che le ambientazioni non possono essere distrutte e che il motore fisico ha solo la gravità e qualche accenno di vento. A essere generosi io l’avrei valutato si e no 40 euro tenendo presente che sono 80.000 £ e che oggigiorno i giochi costano tra le 120 e le 140.000£ il che è già di per sé un furto.

Il web impazza per Sniper Elite V2, tutti lo acclamano mentre io sono qui che vado controcorrente, o almeno non lo osanno come il capolavoro assoluto. Probabilmente molta gente non sarà concorde con questa recensione, ma ritengo di aver solo valutato con obiettività i pro e i contro di questo titolo.

Perché ti chiamavano Bulldozer?
Forse perché ero uno che di fronte gli ostacoli non si fermava mai.

Like this:

Be the first to like this post.

Ultime Ricerche:

© 2014 UBUNTU . PROGAMMI . TRUCCHI . NOTIZIE Suffusion theme by Sayontan Sinha